Giugno 2020

FONDEMAIN chiude il secondo trimestre con una ventata di ottimismo e con risultati che fanno quasi dimenticare il tracollo dei mercati avvenuto tra febbraio e marzo. Il recupero fornisce al Fondo la giusta spinta per affrontare la seconda parte dell’anno che rimane ancora ricca di incognite e preoccupazioni.

Il primo semestre regala forti emozioni agli investitori, un saliscendi sempre più frequente nei mercati azionari, al quale forse dovremmo farci l’abitudine, ma che ci lascia ancora sorpresi. Il 2020, iniziato sulla scia del 2019 e dell’ottimismo in una rinnovata stabilità geopolitica, è stato travolto dalla diffusione graduale di Covid che ha portato alla luce le difficoltà economiche dei singoli Paesi e ha segnato, per molti di questi, una battuta di arresto delle attività produttive. Il crollo dei mercati azionari di febbraio e marzo ha sottolineato ancora una volta la sensibilità delle azioni e delle obbligazioni a fattori esogeni che si manifestano, come in questo caso, in modo fortuito.La reattività delle Banche Centrali e la posizione di forza assunta per contenere gli effetti dell’epidemia a tutti i livelli hanno condotto a una ripresa inaspettatamente veloce dei rendimenti.

FONDEMAIN ha saputo contenere il ribasso nel momento di maggior debolezza e ha colto le opportunità nel momento di risalita; infatti, ad oggi, il comparto Prudente è tornato in territorio positivo con un rendimento del +0,35% da inizio anno. La modifica dei benchmark dei comparti Prudente e Dinamico, in vigore dal 1° luglio, porterà ulteriore diversificazione nell’asset allocation dei comparti stessi con l’obiettivo di affrontare con maggiore flessibilità la volatilità dei mercati finanziari.

Per quanto riguarda il comparto Garantito, la garanzia del 100% del capitale versato, fornita dal gestore Amundi SGR, dà, in questo particolare scenario di mercato, una protezione importante e competitiva agli iscritti prossimi alla pensione.

Vediamo il rendimento di ciascun comparto nel mese di giugno:

DINAMICO: continua il recupero iniziato nel mese di aprile del Dinamico che, sfruttando principalmente la performance positiva della componente azionaria del portafoglio (circa il 50% delle risorse gestite), chiude il primo semestre a -0,29% (-0,06% il benchmark). Il rendimento del +1,22% nel mese, è stato reso possibile grazie all’entusiasmo che ha regnato nei mercati azionari. I programmi di sostegno di politica economica, attuati dalle banche centrali e dai diversi Stati, hanno sviluppato infatti un forte ottimismo negli investitori.

PRUDENTE: ottima performance mensile per il comparto Prudente (+0,93%) che riporta in territorio positivo il risultato da inizio anno: +0,35% (-0,20% benchmark). La performance mensile ha beneficiato della ripresa dei mercati azionari; infatti, l’asset allocation del Prudente prevede un investimento di circa il 25% delle risorse gestite in titoli azionari. La ripresa è stata veloce ed entrambi i Gestori, Amundi e Eurizon, nonostante il complesso scenario di mercato stanno sovraperformando il benchmark.

GARANTITO: terzo mese positivo per il comparto, +0,36% il rendimento di giugno, con un rendimento da inizio anno del -0,68% (benchmark +0,61%). Da marzo abbiamo assistito ad un recupero di circa l’1,2% generato grazie al riflesso nei mercati delle forti azioni di politica economica pianificate dagli Stati e dalle banche centrali. Il risultato da inizio anno non dev’essere fonte di preoccupazione per gli iscritti al comparto prossimi alla pensione che godono di una copertura assicurativa, offerta dal gestore Amundi SGR, del 100% del capitale versato.

FONDEMAIN C.F. - 91037010070